Fai sentire la tua voce a Lapurla

Per tutti

Anche tu puoi partecipare al dibattito e portare avanti l’iniziativa Lapurla

Contribuisci a far sì che i bambini piccoli siano riconosciuti come individui culturali, ad assicurare nel tuo contesto il loro diritto alla libertà di espressione e a farli sentire accolti nella nostra società anche nei luoghi di rilevanza culturale.

Lapurla

Contribuisci a far sì che i bambini piccoli siano riconosciuti come individui culturali, ad assicurare nel tuo contesto il loro diritto alla libertà di espressione e a farli sentire accolti nella nostra società anche nei luoghi di rilevanza culturale.

Effetto farfalla

A volte basta davvero poco per cambiare le cose. Il cosiddetto «effetto farfalla» è basato sul seguente ragionamento: «Se una farfalla sbatte le ali, il movimento d’aria che ne deriva può generarne un altro più forte, che a sua volta ne genera un altro ancora più forte e così via.»

 

Nella vita quotidiana assumiamo molteplici ruoli e responsabilità con i quali possiamo smuovere molte cose e generare molti effetti: non solo in qualità di specialisti, esperti, decision maker e responsabili di settore, ma anche come genitori, nonni, padrini, madrine e zii, vicini di casa, colleghi di lavoro e membri di associazioni. Dialogando con gli altri possiamo affrontare le questioni, riflettere, sensibilizzarci a vicenda e prendere accordi.

 

Ad esempio possiamo decidere di non giudicare più i lavori dei bambini, ma piuttosto chiederci cos’è che li ha ispirati e come sono giunti a quel risultato. Oppure, quando siamo in un museo, anziché arrabbiarci possiamo essere felici di sentire le voci dei bambini: non sono altro che un segno che i bambini appartengono alla società e vi partecipano attivamente. Accogliamo i piccoli con entusiasmo e condividiamo la gioia delle loro scoperte. Chissà che magari non ci facciano cogliere aspetti che non avremmo notato senza di loro!

La tua voce per la Svizzera

Qui viene offerta una possibilità per farsi sentire al di là dei propri consueti ambiti d’azione. Tramite il sito web di Lapurla si possono condividere valutazioni, esempi, esperienze e insegnamenti che illustrano

… che e perché le istanze di Lapurla sono importanti;

… che e come la «tua Lapurla» trova spazio nella tua quotidianità;

… che e dove Lapurla è udibile e visibile;

… che, come, dove e perché Lapurla funziona.

 

A tal proposito raccogliamo anche delle citazioni – ideate da te, per la Svizzera e per il mondo intero.

 

Come funziona? È molto semplice:

basta inviare un’e-mail all’indirizzo info@lapurla.ch.

 

La tua citazione non deve superare i 250 caratteri (spazi inclusi) e deve contenere i dati indicati a seguire. Non pubblichiamo voci anonime.

 

Nome, cognome

A seconda del tema su cui si focalizza la citazione: professione, funzione o ruolo come persona privata

Anno di nascita

Cantone

La mia citazione:

« … »

 

Le citazioni vengono raccolte e pubblicate in modo continuativo. Non vediamo l’ora di sentire un’infinità di voci: passa parola, grazie!

«Si tratta di offrire a tutti i bambini migliori opportunità per il loro futuro. Le persone che si fidano delle proprie capacità creative e le sfruttano imparano a essere indipendenti, innovative e critiche e a improntare la propria vita secondo questi principi.»

Heinz Altorfer, Commissione svizzera per l’UNESCO e comitato direttivo di Lapurla